Archivi categoria: Costi della Politica

Il ”diversamente favorevole” alla volontà popolare

r_d30d929ac4

Sei favorevole all’abolizione dei rimborsi elettorali (finanziamenti pubblici ai partiti senza vero controllo) come già deciso da decine di milioni di cittadini nel 1993?

Se si, non li prendi MAI. Né in questa legislatura per rendere credibile il tuo programma elettorale, né alle prossime elezioni. Se si, rinunci subito senza nemmeno richiederli o farteli accreditare e magari inizi a rinunciare a privilegi-gettoni e ti tagli lo stipendio per dimostrare di essere credibile, redistribuendo l’eccedenza ai cittadini. E non ci metti 5 mesi per un risultato ”diversamente favorevole’‘ rispetto all’esito del referendum, facendo perdere tempo commissioni e Parlamento. Cambiare si può, con volontà politica.

Se invece te ne freghi dei referendum, quindi della volontà popolare dei cittadini, e sei contrario all’abolizione, oltre a prenderli ancora oggi senza restituirli, fai finta in televisione (e sui giornali) di volerlo fare (magari cercando di dire falsità come ”il M5S non rinuncia” o ”che non siamo gli unici”) e alla fine della fiera decidi di eliminarli (forse) nel 2017. E TUTTI gli ALTRI partiti sono d’accordo con te. Anche se sono solo contrari al provvedimento…non al bonifico dei finanziamenti pubblici. Li incasseranno comunque. Però meglio essere ”diversamente favorevoli” che contrari. Nuoce all’immagine. Non cambia nulla, perché non c’è volontà politica.

Cosa succede fino al 2017?

In questi 4 anni il ”diversamente favorevole” RUBERA’ ancora soldi pubblici ai cittadini italiani millantando che il suo PARTITO, che nel frattempo li prende a tutti i livelli istituzionali, ha fatto qualcosa. E non dirà MAI di essere contrario mentre li incassa, ma ripeterà all’infinito che la ”cosa va regolamentata altrimenti solo i ricchi fanno politica”. Stessa ipocrisia dovranno utilizzare tutti gli eletti locali e gli iscritti al partito, ma soprattutto i tifosi e i troll. Quelli a cui non interessa se si fa bene o si fa male, ma solo sfogarsi sotto falso ”nick” per le delusioni del loro partito senza ammettere che altri invece possono farle certe cose e non solo propagandarle.

Facile quindi capire chi veramente sta dalla parte dei cittadini e chi invece continua a crogiolarsi tra demagogia e ipocrisia, con i soldi degli italiani.

Dal blog di Beppe: http://www.beppegrillo.it/2013/10/finanziamento_pubblico_ai_partiti_stecca_para_pe_tutti.html

I ”diversamente favorevoli”. Oggi per i rimborsi elettorali, domani per altro. Mai contrari e soprattutto mai favorevoli davvero. Come fare a cambiare?

Decidi tu se cambiare veramente, o se far cambiare a questi commerciali-ipocriti le cose per te come fatto negli ultimi 20 anni. Ma a modo LORO. E poi in ultimo decidi se credere ancora alle campagne elettorali e alle loro giustificazioni, e di rimanere con il cerino in mano. Decidilo soprattutto da ora in poi. Dalle prossime europee e amministrative.

Io non mi faccio più prendere per il culo dai ”diversamente favorevoli” di turno. Sono già 8 anni ormai.

MoVimento 5 stelle: Tsunami Tour in Piemonte con Beppe Grillo. Le date.

Tsunamitour

Finalmente lo Tzunami Tour fa tappa anche in Piemonte. Ecco gli eventi su Facebook:


Nelle date piemontesi del tour, Beppe Grillo e i candidati saranno affiancati sul palco da un Oratore LIS che potrà tradurre simultaneamente il comizio.

La LIS è uno strumento di comunicazione efficace e viste le difficoltà di accesso alla lingua orale abbiamo cercato interpreti che facciano da ponte con la comunità udente. 

A questo link potete scaricare il giornalino che presenta alcuni punti principali del programma, i candidati e altro ancora. Ricordo che tutto il materiale, manifesti, volantini e quant’altro, sono stati acquistati e/o prodotti con l’autofinanziamento di candidati/attivisti e le offerte dei cittadini.  http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/Gionalino%20Nazionali%202013.pdf

Qui invece le date dei prossimi incontri con i cittadini per la presentazione dei candidati MoVimento 5 stelle alle elezioni politiche del 2013.  http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2013/02/eventi-elettorali-della-settimana.html

A Collegno l’evento si terrà il 13 febbraio alle 20.45 presso la Sala Tessitrici di Corso Francia 269 (zona leumann)

Ecco il post del blog del meetup sul territorio Collegno5stelle e l’evento su Facebook.

serata collegno

COLLEGNO: Primarie ”centrosinistra”…risultati.

Mi permetto di fare questo post per dare un po’ di impressioni a seguito dei risultati delle primarie a Collegno, dove il centrosinistra amministra la città.

Per questo motivo immaginerete un plebiscito di partecipazione nei comitati elettorali vista la maggioranza assoluta con cui il Sindaco Accossato ha vinto le elezioni amministrative nel 2009.

Ecco i risultati finali dei primi 3 competitor:

Bersani 1122 = 44,5%
Renzi 830 = 33%
Vendola 471 = 18,6%

Totale Votanti 2520

Un dato da non dimenticare è che su quasi 51000 abitanti, sono circa 40.000 i cittadini che hanno diritto di voto.

Detto questo e detto che l’unico collegio in cui prevale Renzi è Savonera (negli altri 5 il vincitore è sempre Bersani), forse sono state più partecipate le elezioni dei comitati di quartiere di qualche tempo fa. Se tutta la macchina organizzativa, fatta di volantini, newsletter, banchetti, passaparola, ha portato a votare per le primarie solo 2520 cittadini (con un incasso di 5040 euro visti i 2 euro per parteciparvi) le considerazioni (anche banali) sono le seguenti:

– i cittadini vista la crisi hanno preferito non spendere 2 euro e stare a casa? 

– i cittadini hanno voluto mandare un segnale all’amministrazione/maggioranza (se esiste ancora)?

– i cittadini non credono nelle primarie e nei candidati, e quindi non credono più nel centrosinistra?

Ognuno si faccia le proprie considerazioni, ma quella che faccio io, è che questa è la conferma che i partiti, i leader, e questo modo di fare vetrina che non è altro che campagna elettorale, ha stancato. Hanno stancato tutti. L’ipocrisia dei loro NO quando allo stesso tempo votano in Parlamento insieme a PDL e UDC, la non-difesa e non-tutela dei diritti dei cittadini ridotta a qualche messaggio commerciale durante le interviste, l’ostinazione a far passare il messaggio di non volere Monti quando ogni giorno viene sostenuto su ogni ”riforma” o provvedimento.

In particolare a Collegno, dove l’informazione su temi di interesse ai cittadini viene censurata sul nascere e che nel giro di pochi anni è stata trasformata da città attiva e verde, in città passiva, un cantiere di cemento infinito e luogo di addirittura 3 autovelox, con strade dissestate e servizi/sicurezza ai cittadini carenti. Ovviamente il tutto per far cassa. Senza elencare tutta una serie di situazioni che non credo altri comuni abbiano tutte insieme. Presenteremo il conto il prima possibile.

I cittadini non sono più disposti a sostenere questo tipo di amministrazione territoriale o politica, e stanno mandando dei segnali. 

E’ una Collegno in MoVimento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: